3 – Antico Elaionas (ulivi millenari)

MARATHONAS – KAPOTIDES – PACHIA RACHI – ELAIONAS – MARATHONAS
5.8 km / 3 ore (percorso circolare)
Grado di difficoltà:
facile / moderato
Inizio del percorso:
Spiaggia Beta a Marathonas

Attenzione ai cani: Siamo stati avvisati che ci sono cani aggressivi nell’ovile verso Aeginitissa.
Il percorso segnato Elaionas – Marathonas e viceversa, non passa per l’ovile.

Come si usa un file GPX

Dalla spiaggia Beta a Marathonas, prendiamo la strada principale asfaltata in direzione della città di Egina. Dopo 200 m, sulla sinistra si può vedere la piccola palude di Marathonas, che ospita uccelli migratori quando riposano temporaneamente nei loro lunghi viaggi. Le piccole zone umide delle isole svolgono un ruolo molto importante durante i periodi in cui le grandi zone umide della Grecia settentrionale sono congelate. Dopo 100 metri giriamo a destra, verso la montagna, seguendo la strada sterrata che porta all’inizio del sentiero verso il vecchio insediamento di Kapotida, dove è possibile raggiungere in 35 minuti. Fino a poco tempo fa viveva l’ultimo scalpellino che faceva le famose macine di Egina per esportarle alle isole del Mar Egeo.

Saliamo sulla pendenza di destra verso Pachiorachi o Pachia Rachi, che dal 1996 è classificata come un insediamento tradizionale. Le case sono di pietra e le strade sono di sanpietrini. Il paesino era un vecchio insediamento agricolo e di bestiame formato prima della rivoluzione greca del 1821.

Dopo aver passato davanti alla chiesa di San Dionigi (costruita nel 1813), giriamo a destra e prendiamo la strada che scende lungo al ruscello. La zona è caratterizzata da una ricca biodiversità; ci sono ginepri, asparagi selvatici, lavanda selvatica, salvie, nigella, ecc. Dopo circa 30 minuti raggiungiamo la valle di Elaionas, dove dominano gli ulivi fieri secolari, tra i 1500 e i 2000 anni. Il sentiero passa accanto alla chiesa della Santissima Trinità con il suo vecchio serbatoio d’acqua, chiuso, fatto di pietra, e abbeveratoi, scolpiti in pietra nera. La strada conduce ad alcuni degli uliveti più impressionanti di Eleonas. Ogni ulivo è una scultura vivente diversa – vale la pena prendersi il tempo di esplorarli.

Da Elaionas scendiamo alla spiaggia di Marathonas, raggiungibile in circa 50 minuti, passando verso la fine del percorso accanto agli orti dei produttori locali, mentre a sinistra possiamo vedere la collina di Kakoperato da cui è stata estratta la pietra nera per la costruzione delle famose macine di Egina.

[DISPLAY_ULTIMATE_SOCIAL_ICONS]

[yasr_visitor_multiset setid=0]